Progetto di approccio alla lettura

19 giugno 2012
Eventi
CHE AVVENTURA, CON BETTA E MATILDE!
 

“CHE AVVENTURA, CON BETTA E MATILDE!” è un progetto rivolto ai bambini della scuola primaria ed è curato da Daniela Mazzoni, autrice del libro “Che guaio, Matilde!”, tratto dalla collana “Le avventure di Betta e Matilde” (La Memoria del Mondo Editore).
 
Ciò che può apparire una semplice proposta di lettura, come una matrioska contiene e nasconde un mondo tutto da scoprire, e diventa così laboratorio teatrale ed occasione per raccontare, raccontarsi, ascoltare, ascoltarsi.
Attraverso una divertente attività ludico-teatrale, il bambino può esplorare se stesso, il proprio mondo di sensazioni, accorgersi capace di cose nuove riscoprendo il piacere del gioco e dello stare insieme.
Partendo dalla lettura di alcune pagine del racconto “Che guaio, Matilde!”, l’incontro si trasforma in un viaggio carico di stimoli e fantasia.
 
I tappa – “SE IO FOSSI AL POSTO DI…”
Vestendo i panni di un personaggio di questa favola, posso spiegare come mi sarei comportato e cosa avrei fatto se fossi stato al posto di…
Prendendo in prestito un’identità altrui, diventa più facile anche parlare di sé e delle proprie emozioni.
Non sempre è naturale per un bambino raccontare una paura, una gioia, un conflitto, il dolore, la tristezza e l’antico gioco del teatrante altro non è che un espediente per appropriarsi temporaneamente dell’ego altrui e trasformarlo nel traduttore del proprio linguaggio interiore.
 
II tappa – “SE IO FOSSI NEL BOSCO INCANTATO”
Ritrovandosi nel Bosco delle Cento Paure, luogo in cui si svolge gran parte della favola, il bambino gioca con l’immaginazione e le proprie sensazioni sviluppando la percezione grazie a tutti e cinque i sensi, attraverso un percorso lungo il quale viene condotto.
Immagina, crea, inventa, ipotizza, gioca, osa, si sorprende e si riconosce esploratore di un universo sensoriale che gli appartiene, ma in gran parte ancora tutto da scoprire.
 
III tappa – “COME ANDRA’ A FINIRE?”
Non dimentichiamoci, però, che la lettura del racconto non è terminata!
Nel clou di questo viaggio esplorativo, comincia anche la “caccia all’indizio”, che permette di ricostruire parte della storia mancante.
 
IV tappa – “COSA CI HANNO INSEGNATO BETTA E MATILDE”
Tutte le storie hanno qualcosa da insegnarci e questa, in particolare, vuol essere anche un’occasione per sottolineare l’importanza del rispetto per i nostri amici a quattro zampe.
L’accettazione del diverso, in questo caso rappresentato dal gatto nero, è un’opportunità per soppesare i valori di sostegno, amicizia, comunanza, partecipazione, a volte lasciati da parte per paure infondate o semplice diffidenza.
 
 
Il laboratorio si svolge in un incontro della durata di circa due ore, da tenersi possibilmente in uno spazio privo di banchi o arredo ingombrante.
 
E’ rivolto agli alunni delle classi terze, quarte e quinte della scuola primaria, con un numero massimo di 25 bambini ad incontro.
 
Il costo è di 12,00 euro a partecipante, comprensivi del libro “Che guaio, Matilde!”.
Il materiale viene fornito dalla curatrice del progetto. PER INFO E PRENOTAZIONI TEL. 339/6394149
 
Breve biografia dell'autrice. 
Daniela Mazzoni nasce a Novara il 20 agosto 1975. Dopo aver conseguito il diploma di ragioneria, s’iscrive alla Scuola Internazionale di Teatro diretta da Kuniaki Ida, a Milano, poiché il mestiere del “far di conto” proprio non stimola il suo intelletto. Comincia così a calcare i palcoscenici di mezz’Italia ed approda anche nel Sud della Francia, recita in diversi corti e lungometraggi, tra cui Fame chimica, e compare in alcuni spot pubblicitari. Poiché il teatro soddisfa molto ma paga poco, inizia ad insegnare recitazione a grandi e piccini ed organizzare laboratori nelle scuole elementari e medie: un appagamento indescrivibile passare di mano in mano il proprio bagaglio formativo ed intellettivo. Nel frattempo arrotonda con le animazioni nei centri commerciali e l’agenzia per cui lavora la spedisce in giro per l’Italia. Cresciuta avendo nel cuore un’altra grande passione, la scrittura, diventa Giornalista Pubblicista, collabora con diverse testate e scrive racconti, uno dei quali, “Variazione di luce alle sei della sera”, viene pubblicato da Caravaggio Editore nella raccolta Trifolium 2010. Scrive novelle per la rivista Confidenze ed è direttore responsabile di un mensile free press d’informazione edito nel Novarese. Con il libro “Che guaio, Matilde!” si affaccia al mondo della letteratura per l’infanzia ed il suo editore le affida la stesura dell’intera collana “Le avventure di Betta e Matilde”.
 

ALI DI FARFALLA Ass.ne Culturale

Via XX Settembre, 92 - 27020 Gravellona Lom. (PV) -  C.F. P.IVA:  94032900188
 
Seguici su    https://www.facebook.com/info.alidifarfalla 
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy